Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Morbi eu nulla vehicula, sagittis tortor id, fermentum nunc. Donec gravida mi a condimentum rutrum. Praesent aliquet pellentesque nisi.

Vigneti Giole Dalle nostre terre - le lussureggianti colline di Badia a Ruoti, l'affascinante Argentario, il ricco litorale di Capalbio e le storiche alture di Manciano - provengono i nostri prodotti frutto della passione e della esperienza della nostra famiglia

La nostra storia

I Cortesi: la famiglia, i vigneti e gli oliveti

La Vigneti Giole nasce dalla volontà di Luciano Cortesi di continuare, come suo padre Severino, lo zio Nazareno ed il nonno Emilio la tradizione di famiglia nella produzione di vino e olio nella zona di Badia a Ruoti.
L’azienda creata da Luciano è strettamente legata alla famiglia che rappresenta, da sempre, il collante e la linfa che anima e che ha animato i progetti dei Cortesi.
Dall’area fiorentina, dove parte della famiglia Cortesi risiede, e in particolare dalle colline di Bagno a Ripoli e dell’Impruneta, provengono parte delle olive destinate alla produzione dell’Olio Extravergine d’Oliva 9; la rimanente quota viene raccolta negli oliveti sul Parco dell’Uccellina i cui frutti regalano un olio favoloso, con bassissima acidità.
I Cortesi si innamorano della Maremma e, in particolare, dell’Argentario dove acquistano, in località Capo D’Omo, una tenuta con un piccolo vigneto quasi centenario di Ansonica che si affaccia a picco sul mare guardando le isole del Giglio, di Montecristo, la Corsica e dell’Elba.
Da qui provengono le uve destinate alla produzione dell’Ansonica Tradizione 1. Da vigneti in zona Parrina (Orbetello), invece arrivano le uve utilizzate per l’Ansonica 24.
Il Sangiovese in purezza Badia a Ruoti 4 è realizzato con le uve della piccola vigna centenaria di Badia a Ruoti che circonda la residenza di campagna della famiglia e che consente solamente una produzione massima di 600 bottiglie.
Dalla zona di Manciano arrivano le uve destinate al Sangiovese 10.
La famiglia Cortesi si avvale della collaborazione del sapiente ed esperto Antonio Camillo che cura la vinificazione e di Paolo Valente, amico, giornalista e sommelier, che supporta la comunicazione.

Giole: Persone e Numeri si intrecciano

Giole è l’acronimo delle iniziali dei nomi dei tre nipoti: Ginevra, Oliver e Leon.
Al posto del nome, i vini riportano in etichetta un numero significativo ed importante per la famiglia.
Ecco allora come il numero 1, riservato all’Ansonica Tradizione, ricorda che quello è il primo vino prodotto. Ma 1 è anche il numero storicamente riservato al portiere nelle squadre di calcio; il figlio di Luciano, Giacomo, ha giocato per tantissimi anni proprio in quel ruolo raggiungendo ottimi risultati sportivi.
Sempre a Giacomo e al suo giorno di nascita si riferisce il 24 che dà il nome all’Ansonica IGT.
Relativamente ai Sangiovese, il 4, della selezione Badia a Ruoti, è dedicato ad Astrid, la moglie di Luciano, nata in aprile mentre alla nipote Ginevra è intitolato il Sangiovese 10, ottobre è il suo mese di nascita; nello stesso mese è nata anche Stephanie madre dei tre nipoti di Luciano.
Settembre, mese di nascita di Luciano e di Giacomo, ha dato il nome all’Olio Extravergine d’Oliva 9.
Mancano ancora all’appello altri numeri che identificheranno i nuovi prodotti di cui si arricchirà la proposta della Vigneti Giole negli anni a venire. Sono pronti per essere abbinati, prima di altri, il 3 (mese di nascita di Oliver e Leon) e il 7 (mese di nascita del “nonno” Severino e giorno di nascita di Oliver).

L'evoluzione dell'Azienda

Le principali tappe che hanno segnato il nostro percorso

Oliveto Parco dell’Uccellina

1850

Nascita dell'Oliveto Parco dell’Uccellina

a
Oliveto Badia a Ruoti e oliveto Bagno a Ripoli (Baroncelli)

Primi del 900

Nascita degli oliveti Badia a Ruoti e Bagno a Ripoli (Baroncelli)

Vigneto Badia A Ruoti

1924

Nascita del vigneto Badia A Ruoti

a
Vigneto Calagrande

1928

Nascita del vigneto Calagrande

Fattoria Badia A Ruoti

1950

Anno di costruzione della fattoria a Badia A Ruoti

a
Vigneti Giole

2015

Nasce l'attuale Vigneti Giole

La nostra squadra

La famiglia Cortesi si avvale della collaborazione del sapiente ed esperto Antonio Camillo che cura la vinificazione e di Paolo Valente, amico, giornalista e sommelier, che supporta la comunicazione.

Luciano Cortesi
Fondatore
Giacomo Cortesi
Gestione Operativa
Antonio Camillo
Enologo
Paolo Valente
Comunicazione

Gallery

Un po' di immagini che raccontano di noi