Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Morbi eu nulla vehicula, sagittis tortor id, fermentum nunc. Donec gravida mi a condimentum rutrum. Praesent aliquet pellentesque nisi.
Image thumbnail

I nostri prodotti

IGT Toscana Ansonica Tradizione – 1

Un antico podere sul promontorio dell’Argentario di fronte all’Isola del Giglio, un piccolo appezzamento dove laboriose mani hanno creato terrazze a picco sul mare e piantato, oltre cento anni fa, una vigna di Ansonica: questo è il paradiso dove crescono le nostre uve.
I grappoli, dorati dal sole e accarezzati dal vento, sono vinificati in purezza.

 

Vitigni
Ansonica 100%

Area di produzione
Promontorio dell’Argentario

Caratteristiche del vigneto
Le viti centenarie sono allevate a capovolto toscano su un suolo prevalentemente sabbioso. Le piante sono spontaneamente poco produttive, non più di 1500 grammi di uva a ceppo.

Tecniche agronomiche
Nel vigneto, tutte le lavorazioni sono svolte manualmente; i mezzi meccanici sono sconosciuti in questo piccolo monumento naturalistico. Non utilizziamo prodotti di sintesi; i trattamenti sanitari sono effettuati solo con rame e zolfo.
La vendemmia normalmente avviene nell’ultima settimana di settembre, quando l’uva ha raggiunto la piena maturità e si è dotata di una veste color oro.

Vinificazione
Per un’uva così preziosa la vinificazione non può che essere assolutamente tradizionale: fermentazione spontanea sulle bucce per 15 giorni senza controllo della temperatura, svinatura e affinamento in cemento sulle fecce fini per sei mesi. Travaso e imbottigliamento senza filtrazione.

Note organolettiche
Brillante color giallo dorato. L’olfatto è colpito dalle note di frutta anche esotica e agrume candito. Sentori di cera d’api e iodati si fanno strada insieme a quelli di fiori gialli ed erbe officinali. Al palato è sapido, diritto. Decisa la presenza tannica derivante dalla lunga macerazione e buona la persistenza che chiude con ritorni di frutta dolce passita e sotto spirito.

Abbinamenti consigliati
Zuppe di pesce, il tradizionale caciucco, vitello tonnato, formaggi grassi.

Temperatura di servizio
14° C

IGT Toscana Ansonica – 24

Le uve utilizzate per la produzione di Ansonica 24 provengono da una vecchia vigna posta sullo splendido litorale della Maremma grossetana, in Toscana, dove cielo, mare e terra si fondono in un panorama dalla bellezza ammaliante.

 

Vitigni
Ansonica 100%

Area di produzione
Parrina ( Orbetello )

Caratteristiche del vigneto
Il terreno è prevalentemente sabbioso con presenza minoritaria di argilla e limo. Le viti sono allevate a “guyot”.

Tecniche agronomiche
Pratichiamo un’agricoltura naturale e rispettosa della pianta e dell’ambiente circostante: le concimazioni sono effettuate solo con materiale organico e i trattamenti sanitari limitati a prodotti a base di rame e zolfo.

Le uve sono state vendemmiate nella seconda decade di settembre. La resa per pianta è di circa 3 kg.

Vinificazione
Il 10% delle uve viene fatto fermentare spontaneamente sulle bucce per una settimana e utilizzato come “pied de cuve” per l’innesco della fermentazione alcolica della restante massa che viene vinificata in bianco alla temperatura controllata di 19 °C.

Il vino affina poi in vasche di acciaio sulle fecce fini per tre mesi. Viene travasato e imbottigliato nella primavera successiva alla vendemmia.

Note organolettiche
Giallo paglierino intenso, di buona struttura. Il naso, delicato ed elegante, è caratterizzato da note di frutta gialla, mela cotogna e ceste di agrumi; poi ancora erbe aromatiche, fiori bianchi e sentori minerali. In bocca l’approccio morbido lascia subito spazio alla vivace acidità citrina supportata dalla sapidità; la buona persistenza rimanda a note vegetali.

Abbinamenti consigliati
Aperitivi e antipasti, secondi piatti di carne bianche o di pesce anche salsati, formaggi caprini.

Temperatura di servizio
12°

IGT TOSCANA SANGIOVESE – 10

Il vigneto che da origine a questo sangiovese è situato nelle zone più interne e collinari della Maremma Grossetana, dove il sangiovese della Famiglia Cortesi si esprime in una versione più fresca, fruttata e di pronta beva.

 

Vitigni
Sangiovese 100%

Zona di produzione
Comune di Manciano (GR)

 Caratteristiche del vigneto
Altitudine 200 mt slm, terreno composto da argille, ricco di scheletro. Viti di 15 anni di età allevate a cordone speronato

Tecniche agronomiche
Pratichiamo un’agricoltura naturale e rispettosa della pianta e dell’ambiente circostante: le concimazioni sono effettuate solo con materiale organico e i trattamenti sanitari limitati a prodotti a base di rame e zolfo.
Le uve sono state vendemmiate a mano nell’ultima decade di settembre. La resa per pianta è di circa 2 kg.

Vinificazione
Fermentazione spontanea con lieviti indigeni alla temperatura di 26 °C; contatto con le bucce per 15 giorni. Il vino affina sulle proprie fecce fini per sei mesi in cemento. Viene travasato e imbottigliato nella tarda primavera dell’anno successivo alla vendemmia

Note organolettiche
Rosso rubino intenso con leggeri riflessi granati. Al naso spiccano note di ciliegia, fragolina di bosco; seguono sentori agrumati e di spezie orientali. In bocca è equilibrato con un tannino dalla grana fine e ritorni di fiori e frutti. Avvolgente ma non per questo poco incisivo.

Abbinamenti consigliati
Primi piatti con sughi di carne, carni rosse alla griglia o al forno, formaggi di media stagionatura

Temperatura di servizio
16° C

IGT Toscana Sangiovese Badia a Ruoti – 4

A Badia a Ruoti, in provincia di Arezzo, la famiglia Cortesi possiede da quattro generazioni un piccolo appezzamento di terreno dove trovano dimora da oltre ottant’anni le viti che danno origine a questo vino prodotto in quantità limitatissime.

 

Vitigni
Sangiovese 90%, Canaiolo e Colorino 10%

Zona di produzione
Comune di Badia a Ruoti (AR)

Caratteristiche del vigneto
Altitudine 300 mt slm, terreno di composizione argillo-calcarea accoglie vecchie viti allevate a doppio capovolto toscano.

Tecniche agronomiche
Pratichiamo un’agricoltura naturale e rispettosa della pianta e dell’ambiente circostante: le concimazioni sono effettuate solo con materiale organico e i trattamenti sanitari limitati a prodotti a base di rame e zolfo.
Le uve sono state vendemmiate a mano nella prima decade di ottobre. La resa per pianta è di circa 3 kg.

Vinificazione
Fermentazione spontanea con lieviti indigeni alla temperatura di 26 °C; contatto con le bucce per 20 giorni.
Il vino affina sulle proprie fecce fini per sei mesi in tonneau di terzo passaggio. Viene travasato e imbottigliato nella tarda primavera dell’anno successivo alla vendemmia

Note organolettiche
Rosso rubino luminoso solcato da tenui riflessi granati. Al naso emerge immediato il sentore di amarena a cui si associano note di sottobosco e di spezie nere. La bocca è fresca e sapida, il tannino, fine e composto, guida la beva ad un finale piacevolmente amaricante e asciutto.

Abbinamenti consigliati
Primi piatti strutturati con carne, secondi piatti di selvaggina, salumi, formaggi stagionati

Temperatura di servizio
16° C

Olio Extra Vergine d’Oliva 9

Gli impianti si sviluppano in terreni collinari con buona presenza di sasso, caratteristica che ovviamente conferisce al prodotto finale eccellenti caratteristiche olfattive e visive garantendo un’acidità particolarmente bassa.

Le piante hanno età media intorno ai 30/40anni che, in alcuni appezzamenti, arriva a superare i 90/100 anni.

Gli ulivi sono coltivati in filari irregolari e spesso sparsi in superfici ampie questo consente alla pianta di essere ben arieggiata e di non necessitare di trattamenti antiparassitari.

Ovviamente anche questo fa sì che l’olio ne tragga benefici enormi soprattutto nel gusto un Po amarognolo con con colore verde dai riflessi d’orati profumi fruttati e leggermente piccante che esalta i sapori della buona cucina mediterranea. Raccolta rigorosamente manuale e frangitura eseguita entro poche ore per evitare acidità elevate.

L’impianto si sviluppa su tre ettari, terrazzati, nelle aree Sud-Ovest e Nord-Ovest del podere, con cultivar di recente introduzione a sostegno delle storiche piante presenti fin dai primi del ‘900. La filiera produttiva, completamente integrata, consente ristretti tempi lavorativi ed un controllo ottimale dell’intero ciclo produttivo. La produzione di base è riservata alle esigenze familiari; alla commercializzazione, italiana ed estera, è destinata una quota mai superiore al 20% del totale.

Cultivar Leccino

Frantoiano

Moraiolo

Pendolino

 

Sistema di allevamento
A vaso libero.

Forma di allevamento
A globo.

Anno di impianto
1920 e 2000.

Terreno
Medio impasto argilloso-calcareo.
Giacitura 200 metri s.l.m..
Esposizione Sud-Ovest e Nord-Ovest. Produzione Variabile, media q. 15/anno.

Epoca di raccolta
Prima quindicina di Ottobre.

Raccolta
Brucatura a mano.

Impianto di estrazione
A ciclo continuo.

Tempi di conferimento
Entro 6 ore dalla raccolta.

Conservazione
In serbatoi di acciaio.

Caratteristiche organolettiche
Ottimo con il pescato della zona, su gamberi e scampi appena bolliti, spigola al sale o, semplicemente, sulle verdure. Delicato nella preparazione della maionese da destinare alla salsa rosa. Ottimo anche su piatti più saporiti e strutturati come lo spezzatino di cinghiale in crosta.